Abogados Daudén
Esperti in Proprietà Intellettuale, Spagna

Avda Maisonnave nº 11, 2º dcha.
03003 Alicante – Spagna

info@abogados-dauden.com
Tel.: +34 965 135 918
Cell. : +34 620 106 143
Fax: +34 965 134 209
Skype: abogadosdauden

DIRITTO D´AUTORE

Diritto d´Autore

Il diritto d’autore è quella parte del diritto che protegge le opere dell’ingegno di carattere creativo che appartengono alla letteratura, alla musica, alle arti figurative, all’architettura, al teatro e alla cinematografia, qualunque ne sia il modo o la forma di espressione.

Le opere che possono essere protette tramite il diritto d’autore sono tutte le forme di creazione che siano originali. Il diritto d’autore protegge solo la forma di espressione delle idee e non le idee in se. Infatti, non è necessario che l’idea sia nuova per poter essere protetta bensì è necessario che la forma nella quale viene espressa sia frutto di una creazione del suo autore.

Al fine di ottenere la protezione dell’opera non è necessaria alcuna registrazione infatti il diritto di esclusiva sull’opera conferito all’autore nasce nel momento stesso della sua creazione.

Il titolare del diritto d’autore su un’opera è, generalmente, almeno in un primo momento, la persona che ha creato l’opera. In capo all’autore sono riconosciuti diversi diritti, assoluti e attribuiti in via originaria, che lo tutelano riguardo la propria personalità di autore chiamati “diritti morali”, e riguardo l’utilizzo economico dell’opera creata, chiamati “diritti di utilizzazione economica”.

1. Diritti morali:

proteggono la personalità dell’autore e in particolare il diritto di rivendicare la paternità dell’opera, il diritto di opporsi a deformazioni o modificazioni e il diritto di ritirare l’opera dal commercio. I diritti morali seguono sempre l’autore e non possono essere ceduti.

2. Diritti di utilizzazione economica:

l’autore ha il diritto esclusivo di utilizzare l’opera in ogni sua forma e modo, originale o derivato, nei limiti determinati dalla legge. Gli autori, spesso, cedono i diritti di sfruttamento economico delle loro opere a soggetti terzi o a società di gestione dietro il pagamento di una somma o di royalties.

I diritti di sfruttamento economico connessi al diritto d’autore hanno una durata limitata nel tempo che comincia dalla creazione dell’opera e si estende fino a non meno di 50 anni dopo la morte dell’autore. Tuttavia, ciascuno Stato può stabilire una durata superiore.

Negli ultimi decenni si è assistito sempre più allo sviluppo di nuovi diritti relazionati al diritto d’autore. Questi diritti chiamati “diritti connessi” sono attribuiti a chi, con la sua attività di impresa o con la propria creatività, interviene sull’opera stessa mediante a esempio la registrazione, la produzione o la diffusione dell’opera (diritto del produttore di fonogrammi, Diritti relativi all’emissione radiofonica e televisiva, Diritti degli artisti, interpreti ed esecutori. I diritti connessi sono anch’essi, come il diritto d’autore, diritti esclusivi che possono essere fatti valere erga omnes e riflettono opere o attività intellettuali. A differenza del diritto d’autore, questi diritti non hanno per oggetto una creazione intellettuale bensì un atto di attività industriale o professionale che viene, come tale protetto compatibilmente con il diritto che spetta all’autore. Altra differenza risiede nella durata della protezione che per i diritti connessi è inferiore rispetto al diritto d’autore.